GuarantEE Policy Recommendations Report

Questo rapporto delinea una serie di raccomandazioni per le politiche che il partenariato ritiene, una volta implementate, contribuiranno in modo significativo alla crescita del mercato degli EPC in Europa e quindi faciliteranno il raggiungimento degli obiettivi per il clima con maggiore efficienza e rapidità.

La prima raccomandazione affronta gli aspetti legati alla comunicazione dei contratti di prestazione energetica e sfata alcune convinzioni da tempo persistenti sui contratti di prestazione energetica, che sono:

  • L’EPC deve essere preso in considerazione solo se per il progetto si ha necessità di finanziamenti esterni.
  • L’EPC è adatto solo per progetti di grandi dimensioni, dell’ordine di milioni di euro.
  • I progetti EPC sono molto più difficili e costosi da implementare rispetto ai progetti “tradizionali”.

I 35 progetti pilota di guarantEE mostrano che queste convinzioni non rappresentano l’attuale mercato EPC in tutta Europa.

Per la seconda raccomandazione, il progetto guarantEE propone il riconoscimento ufficiale a livello nazionale del ruolo del facilitatore del progetto EPC e lo sviluppo della formazione per questi professionisti, seguito da uno schema di qualificazione e assicurazione della qualità una volta che il mercato sia maturo. I Facilitatori sono i principali promotori dei progetti EPC e aiutano in modo critico i clienti a superare la loro mancanza di fiducia in questo modello contrattuale e nel settore dei servizi energetici. Tuttavia, il ruolo del Facilitatore di progetto non è ampiamente riconosciuto e supportato in tutta Europa. Ciò è particolarmente vero per i mercati in via di sviluppo nei quali il ruolo è talvolta percepito come un costo aggiuntivo e un onere in più per il progetto. Il progetto guarantEE dimostra che il ruolo del Facilitatore è fondamentale per lo sviluppo e il successo del mercato degli EPC in Europa. In alcuni dei mercati EPC più sviluppati e attivi in Europa quali Austria, Germania, Belgio, Repubblica Ceca, Slovacchia e Slovenia, il ruolo del facilitatore del progetto EPC è riconosciuto a livello nazionale.

La terza raccomandazione interviene sulla garanzia del risparmio energetico. Tutti i progetti di efficienza energetica (pubblici e privati) dovrebbero includere la prestazione energetica garantita, misurabile e verificabile. Auspica anche lo sviluppo di una libreria di contratti  di prestazione energetica standard con clausole contrattuali definite a livello nazionale. Sfide come la finanza di progetto, gli appalti pubblici, la mancanza di know-how tecnico e l’eccessivo affidamento sulla consulenza dei fornitori portano molto spesso all’implementazione di progetti di piccole dimensioni con interventi a tecnologia unica. E’ auspicabile il raggruppamento o l’aggregazione dei piccoli progetti per formare progetti molto più grandi, come dimostrato dal progetto guarantEE ed ottenere l’effetto di accelerazione del mercato dell’efficienza energetica con aumento delle misure attuate in numero e tipologie di intervento.

Infografica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il report finale

Il rapporto contenete le raccomandazioni per le politiche è scaricabile al link:

Policy-Recommendations Report (inglese)

I Report sulle analisi

Sono state fatte analisi sia sui 35 progetti pilota realizzati nell’ambito di guarantEE, sia sul ruolo dei facilitatori EPC. I rapporti sono disponibili ai link:.

Rapporto di analisi dei 35 progetti pilota

Rapporto sul ruolo dei facilitatori EPC

 

 

Newsletter

Our newsletter informs you about news of our project. By clicking the Submit button, you confirm that you have read the privacy policy.